Chi siamo

Una Persona: durante la giornata ho il cappello dell’uomo, del figlio, del marito, del padre, del Cliente, del turista… da questa prospettiva guardo l’argomento come Cittadino.

Un Ingegnere elettronico che lavora nell’ambito dell’informatica e delle telecomunicazioni da oltre venti anni (ho iniziato con i floppy disk da 5¼ pollici, che hanno la stessa mia età… ma a differenza di questi non ho fatto la stessa fine: estinti come i dinosauri…).

Un piccolo (microscopico) Imprenditore nel mondo ICT (Informatica,  Comunicazioni, Tecnologia): da qui posso capire il punto di vista di una “piccola e media impresa”. Lavorando a fianco di centinaia di Clienti da oltre venti anni, collezionando esperienze in moltissimi settori.

Un “Project Manager“: ho seguito progetti tecnologici in multinazionali e grandi aziende. Conosco le complessità e gli equilibri di queste realta’.

Un Arbitro Conciliatore: un esperto (riconosciuto e regolamentato dalla Legge) che può essere chiamato in causa a dirimere controversie tecnico-commerciali con poteri decisionali del tutto analoghi a quelli di un giudice. Questa finestra sul mondo legale/giuridico mi da’ la possibilita’ di avvicinarmi agli aspetti più “delicati e formali” della normativa.

Un Volontario: da anni mi occupo di formazione in ambito digitale e tecnologico per ragazzi, giovani e “diversamente giovani”. La coscienza che la maggior parte dei “problemi” in questo ambito siano dovuti ad un fattore “culturale” ed alla velocità di evoluzione delle tecnologie, mi ha portato a cercare, nel mio piccolo, di  divulgare le mie competenze,  tramandando le tradizioni e diffondendo le novità utili a migliorare la qualità della vita.

Ed infine, un DPO (Data Protection Officer):  questa nuova opportunità mi permette di mettere a frutto tutta la mia esperienza ed aiutare le aziende nel delicato compito di equilibrismo tra argomenti che sono spesso fuori dalle loro competenze, permettendo loro di concentrarsi sulle attività imprenditoriali.

In due parole: un “Tuttologo Tecnologico“.

Nella realtà: un “Apprendista Continuo“!

In qualche caso fortunato: un “Deus ex machina“…

…di qui il plurale maiestatis del titolo, dovuto anche al fatto che mi avvalgo di preziosi e fidati collaboratori, specializzati nei settori specifici.